Monthly Archives: Aprile 2013

Mio intervento sulla Commissione speciale per i rapporti con le zone di confine

micheli regione 9 aprile 2013Consiglio Regionale. Il Gruppo Ambrosoli, con Paolo Micheli, si astiene sulla proposta di una Commissione Speciale Per i Rapporti con le zone di Confine.

“L’ipotesi di costituire questa commissione ci lascia perplessi –ha detto Paolo Micheli, intervenendo a nome del Gruppo-. In primo luogo perché l’idea ci sembra un po’ una fuga in avanti, anche rispetto ai nostri obiettivi di contenimento delle spese.

Potrebbe aver forse un senso, ma andrebbero prima verificati bene tutti gli aspetti istituzionali.  Qual è l’idea? Che tutte le regioni di confine si mettano a gestire direttamente i rapporti con Stati e Regioni confinanti.

Parlare, rapportarsi, discutere con i nostri vicini al di là del confine va benissimo. Teniamo conto però che la Giunta ha già competenze adeguate a riguardo. Conosciamo le problematiche e le difficoltà nei rapporti con le zone confinanti; ma per favore cerchiamo di non far girare a vuoto la macchina regionale e in particolare di non attivare commissioni inutilmente solo per dare qualche carica formale in più. Non è di questo che abbiamo bisogno, ma di concretezza e risultati. A ciò si aggiunga l’inutile incremento di costi della politica regionale.

Il nostro voto, per le perplessità che ho espresso, è perciò di astensione;  fino a quando non sarà chiaro che cosa si intende e si può fare non voteremo la costituzione di questa commissione che si aggiunge alle altre “speciali” già approvate.

E’ una evidente perdita di tempo, di energie e risorse: tempo, lavoro e soldi regionali e su questo non possiamo essere d’accordo. La sensibilità alla tematica la esprimiamo perciò astenendoci”.

Trasparenza: se non ora, ad ottobre!

operazione_trasparenzaSulla Gazzetta Ufficiale del 5 aprile è uscito un Decreto Legislativo, il n. 33, che parla di pubblicità’, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni. Vedremo a breve i commenti degli esperti, ma ci sembra che dica alcune cose che riguardano un nostro vecchio pallino: la trasparenza degli amministratori segratesi, che chiediamo, inutilmente, dal 2010.

La maggioranza di centro destra su questo si era arroccata, rifiutando di portare in aula la delibera e il regolamento che avevamo preparato adducendo che non era obbligatorio: allora infatti la legge imponeva la pubblicazione di redditi e proprietà solo agli amministratori dei grandi comuni, quelli con più di 50.000 abitanti.

Ora, però a legge toglie quel limite. Gli amministratori di tutti i comuni devono comunicare e far pubblicare sul sito comunale quanto guadagnano, quanto ricevono dal comune e da altri enti pubblici e privati, quali sono le loro proprietà.

Se non lo fanno, stavolta si paga: il Decreto prevede una sanzione da 500 a 10.000 euro. Il termine ultimo è il 15 ottobre.

Anagrafe degli eletti per una maggiore trasparenza della classe politica – 2013

Paolo Micheli

Nato a Milano il 15.11.1974 – Residente a Segrate – Coniugato

ELENCO DEI DIRITTI REALI SU BENI IMMOBILI

Proprietà di un immobile (villa a schiera, con box e area parcheggio) in area edilizia convenzionata (ex L.167) a Segrate

ELENCO DEI BENI MOBILI REGISTRATI

Auto Toyota Prius del 2005

ELENCO DELLE AZIONI E QUOTE DI PARTECIPAZIONE IN SOCIETÀ

=

ELENCO DELLE CARICHE RIVESTITE IN SOCIETÀ

Presidente, a titolo gratuito, dell’associazione Segrate Nostra

REDDITO IMPONIBILE risultante dalla dichiarazione dei redditi 730/2012 (redditi 2012-rigo 71 del modello 730-3)

€ 41.320

COMPRESO:

INDENNITA’ DI CONSIGLIERE COMUNALE DI SEGRATE

€ 1.469 (lorde)

Presenze ai Consigli Comunali nel 2012: 90%

1 2 Scroll to top