Monthly Archives: Marzo 2014

Sindaci della Martesana, state rispondendo a Matteo?

edilizia_scolasticaCome aveva anticipato nel suo discorso alle Camere, Matteo Renzi ha preso, come si diceva una volta, carta e penna e ha scritto a tutti i sindaci chiedendo loro di indicargli un edificio scolastico del proprio Comune che ha bisogno di essere ristrutturato.

Renzi infatti ha messo un piano straordinario di interventi di edilizia scolastica tra le priorità del suo governo. Bisogna rilanciare la scuola – ha detto – e sistemare gli edifici scolastici è un primo segnale forte che il governo vuole dare.

Per scrivere a Renzi, i sindaci della Martesana hanno a disposizione un indirizzo creato ad hoc: sindaci@governo.it

Anche nel mio paese, Segrate, dove la situazione di edilizia scolastica è migliore rispetto a quella di molti altri comuni italiani, qualche problema c’è sempre.

Ce l’ha ricordato, ad esempio, la protesta di alcune mamme della Sabin, qualche settimana fa durante una riunione del Consiglio Comunale a sostegno di una interrogazione presentata dalla consigliere Paola Monti.

Ma il tempo è poco, c’è tempo solo fino al 15 marzo per segnalare la priorità di edilizia scolastica su cui intervenire, indicando sinteticamente, il costo, il finanziamento eventualmente già previsto, le tempistiche di realizzazione.

Siamo certi che i sindaci della Martesana, che in molte occasioni ha dimostrato di sapersi muovere rapidamente, risponderà all’invito del “sindaco d’Italia“.

Non lo facessero, per qualsiasi motivo, sarebbe un occasione persa. E tornando a Segrate non permetterò che questo accada, a costo di prendere io stesso carta e penna e scrivere al premier: “Caro Matteo,…“.

Brebemi: dilagante pessimismo

Rivoltana_e_cassaneseIl sindaco di Segrate mostra ottimismo. Ancora una decina di giorni fa prevedeva tempi brevi per il completamento della tangenziale di Segrate (nei prossimi giorni l’aggiudicazione della gara per il primo tratto da Lambrate all’intermodale, in contemporanea l’inizio dei lavori, a cura di Westfield/Percassi, del corrispondente tratto dal Centro Commerciale a Pioltello).

Notizie molto meno rassicurante vengono dagli uffici regionali. Settimana scorsa ho fatto incontrare i responsabili regionali con il WWF Martesana, preoccupato perché l’attuale progetto interessa le seicentesche canalizzazioni in pietra dei fontanili Borromeo e Simonetta e in un caso la nuova strada appare progettata in modo da passarvi proprio sopra.

I tecnici regionali hanno assicurato la loro attenzione al rispetto dei vincoli monumentali. Ma hanno anche detto altre cose e soprattutto hanno espresso la loro preoccupazione per il rispetto dei tempi.

Non è tutto. Mentre da noi è inverno, uno dei più miti degli ultimi decenni, ma sempre inverno, in Australia è estate. Ma dall’Australia arrivano spifferi gelidi. Westfield Group, la megasocietà australiana che in società di Percassi ha in progetto il Westfield Milan, sembra essere un po’ raffreddata sui tempi del suo impegno. Problemi di liquidità, sembra.

In regione sono preoccupati. “Ma vi rendete conto – ci dicono – cosa succederà sulla Cassanese quando verrà aperta la Brebemi fino a quando non verrà realizzata la tangenziale di Segrate?

No, cosa succederà, di preciso non lo sappiamo. Tra qualche mese lo scopriremo, purtroppo. Ma di chi è la responsabilità, chi è che ci ha dormito sopra, chi ha avuto negli ultimi vent’anni altre priorità come urbanizzare tutto il nostro territorio, questo lo sappiamo già.

1 2 Scroll to top