Monthly Archives: agosto 2018

Un uomo che ci salverà.

Lo sapete che per andare in molte parti del Brasile oppure per visitare altri paesi del Sudamerica oppure africani o asiatici può essere necessario presentare un certificato di vaccinazione contro la febbre gialla, una malattia virale trasmessa da zanzare?

Sul sito governativo salute.gov.it/portale/temi/vaccinaz_profil_mondoMalattie.jsp c’è l’elenco delle vaccinazioni richieste e consigliate, paese per paese. Tutto il mondo si vaccina.

Il dibattito sulle vaccinazioni e sulla loro obbligatorietà è oggi più acceso più che mai. Lo seguo con attenzione ma non entro più che tanto nel merito scientifico. Non penso di avere sufficiente competenza e conoscenze, non è il mio ramo.

Mi fido dei progressi della scienza e della tecnica che ci stanno dando un benessere senza paragoni. Mi fido della medicina italiana che nonostante i tagli e le difficoltà è, statisticamente, una delle migliori al mondo.

L’Italia è patria di premi Nobel per le scienze e la medicina, di scienziati e luminari, di Istituti di ricerca all’avanguardia come il nostro San Raffaele dove insegna e fa ricerca il virologo di fama internazionale Roberto Burioni, segratese, uno “che non vale uno“, ma due, tre, quattro, dieci, cento, mille. Uno che dovremmo ringraziare perché ci salva la vita sconfiggendo pericolosi virus e soprattutto perché combatte il virus killer dell’ignoranza in particolare laddove dilaga: sui social network. Gente che “la matematica è un’opinione“, “da piccola mi immunizzavo visitando mio cugino malato“, “la politica viene prima della scienza”, “mettiamo in quarantena i bambini vaccinati“, “dieci vaccini sono inutili e talvolta dannosi” e altre fregnacce simili.

In questi giorni a Roberto Burioni è stata augurata la morte, sono arrivate violente minacce, insulti irripetibili ed è stato oggetto di un fotomontaggio che lo rappresenta imbavagliato nella celebre situazione di Aldo Moro rapito dalle Brigate Rosse (e poi assassinato brutalmente).

Ho visto gran parte del parlamento italiano votare a favore del “Metodo Di Bella” e consiglio regionale lombardo affrontare con una inchiesta il “Metodo Stamina”. Non mi sorprende quindi che vi siano i no vax. Prendo atto che esistono queste convinzioni, non le condivido e le giudico pericolose per la salute pubblica.

Soprattutto non accetto che si arrivi ad aggressioni così forti come quelle che vengono continuamente indirizzate al professor Burioni. Sono indignato perché colpiscono un’eccellenza italiana che ci dà lustro nel mondo, un uomo competente e appassionato del suo lavoro. Un uomo che ci salverà. Un uomo al quale la nostra città deve dare sostegno e pubblico riconoscimento.

Chiedo quindi a chi crede nella scienza di supportare questo riconoscimento, anche semplicemente condividendo questo post, perché sovrasti il frastuono della non scienza che ha avuto fin troppo spazio nel nostro civile e civilizzato paese.

E’ notizia di stamattina che il professor Burioni ha deciso o sta valutando di interrompere le sue vacanze al mare a causa delle circostanziate minacce che continua a subire e trovo incredibile che le istituzioni, e mi riferisco al governo e alle forze politiche che lo sostengano, stiano ipocritamente e comodamente in silenzio lasciando solo il professor Burioni nella difesa della verità scientifica.

 Scroll to top