A proposito di giovani

giovaniIn questi giorni sto facendo campagna elettorale e un classico è l’incontro con i cittadini elettori in luoghi di passaggio (piazze, mercati settimanali ecc.) Qualche volta si è riconosciuti, c’è chi ti appoggia, c’è chi se ne va via indignato della politica. Un aspetto che appare però subito evidente è l’atteggiameno dei giovani: molti, direi in gran parte indifferenti, a volte ostili, sprezzanti.

Io sono stato ragazzo di oratorio e capo scout, sono anche abbastanza giovane, rispetto alla media dei politici, ma mi sento classificato “nella casta”. Casta non solo politica, ma trasversale all’intera nostra società che sta dando alle generazioni più giovani, la mia e quelle che mi seguono, un presente difficile ed un futuro oscuro.

Ridare ottimismo e speranza, fiducia e sogno. Questo, in primo luogo deve essere quello che deve fare la politica nei confronti dei giovani. Per quanto riguarda il mio programma, sappiamo che una “politica per la gioventù” si articola in diverse competenze regionali. L’intervento sociale, la formazione professionale, la cultura, la nuovo imprenditoria, per esempio. Tutto questo può essere orientato pensando ai giovani.

Ma tutto questo ha un significato, secondo me, se chi le proporne si mette in gioco con l’estrema sincerità della gioventù. Con trasparenza, per esempio: rendendo pubblica la propria situazione economica ed i suoi aggiornamenti; rendendo pubblica fino alla più piccola fattura ciò che viene speso con i soldi pubblici, come viene speso, perchè viene speso e come sono stati scelti i fornitori.

Trasparenza, sincerità, coraggio di mettersi in gioco: su queste qualità deve partire una politica che voglia riconquistare il diritto di parlare ai giovani.

One Response to A proposito di giovani
  1. Tina Rivolta Rispondi

    Va bene occuparsi dei giovani , ma non buttiamo alle ortiche chi è meno giovane! Per esempio sui punti ‘formazione’ e ‘ nuova imprenditoria’ credo si possa lavorare ad un obiettivo comune sfruttando l’esperienza e la potenzialità formativa di chi è stato esodata di recente dal mondo del lavoro.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Please enter your name, email and a comment.