Anche in Lombardia consumo zero di suolo

lombardiaIl contenimento del consumo di suolo è diventato un tema forte soprattutto in Lombardia perchè le cifre parlano chiaro e dicono due cose. La prima è che la superficie agricola lombarda è scesa sotto la soglia simbolica di un milione di ettari e continua a perdere molte migliaia di ettari all’anno a causa dell’urbanizzazione. La seconda è che i PGT finora approvati dai comuni lombardi prevedano così tante nuove case che per utilizzarle tutte la popolazione della regione dovrebbe raddoppiare, passando da 10 a 20 milioni di abitanti.

Siamo alla follia, ma soprattutto siamo alla dimostrazione che la legge regionale 12, la Legge per il Governo del Territorio è del tutto inadeguata, non fa nessuna programmazione vincolante.

A Segrate, dove da tre anni sono consigliere comunale di minoranza, la maggioranza di centro destra ha adottato un PGT che prevede di urbanizzare l’ultimo kmq di territorio comunale (su un totale di 17 kmq) rimasto a destinazione agricola. E’ anche per questo, per questa mia drammatica esperienza personale che sto vivendo, che il mio programma di consigliere regionale prevede di fermare i PGT dei comuni che stanno prevedendo consumi di suolo eccessivi, immotivati, devastanti. Segrate non è l’eccezione: troppi comuni vendono edificabilità per fare cassa, per governare il presente distruggendo il futuro.

Ma c’è una speranza. Il programma di Umberto Ambrosoli sull’ambiente parla chiaramente di green economy e di forte contenimento del consumo di suolo.

Il mio impegno in questa direzione è fuori discussione e sarà forte ed urgente.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Please enter your name, email and a comment.