Consumo di suolo: urgente una legge che difenda i terreni agricoli e tuteli il futuro

coldirettiL’odierna protesta della Coldiretti pone con drammaticità quelle che potrebbero essere le conseguenze di una revisione della legge 12 del 2005 a favore del cemento. Dopo l’affossamento del gruppo di lavoro sul contrasto al consumo di suolo in ragione dei dissidi interni al centrodestra, l’impressione è che questa maggioranza non intenda intervenire sul punto fondamentale: ciò che servirebbe è una moratoria che blocchi l’utilizzo delle aree residue non ancora lottizzate.

Stiamo parlando di una superficie pari a una nuova città delle dimensioni di Milano: terreni in gran parte coltivabili, ad altissima produttività, che verrebbero persi per l’agricoltura anche se non immediatamente utilizzati per altri scopi. Tanto che le proprietà, di fronte alla prospettiva di un vantaggio economico derivante dalla trasformazione in terreni edificabili, già dismettono le attività agricole, cacciando i coltivatori.

Una legge che fermi l’urbanizzazione e che salvaguardi i terreni agricoli è quanto mai importante per la Lombardia sotto molti aspetti, da quello economico, a quello ambientale e della qualità di vita delle future generazioni. Maroni e la sua maggioranza, nell’andare invece in altra direzione, si stanno assumendo una pesante responsabilità.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Please enter your name, email and a comment.