Contro la corruzione e il consumo di suolo agricolo

Negli ultimi giorni sono usciti un paio di articoli dai quali ho scoperto di essere un politico “contro”. 😉

Contro la corruzione. E contro il consumo di suolo agricolo.

Il primo è di Segrate in Folio: «Micheli candidato anti-corruzione».

Tra l’altro, c’è scritto: Micheli nei giorni scorsi ha annunciato di aver aderito al manifesto anti-corruzione proposto da Riparte il Futuro, da Libera e dal Gruppo Abele di don Ciotti. «Cinque impegni» spiega Micheli. «Riformare la norma sullo scambio elettorale politico-mafioso; rendere pubblici cv, redditi e patrimonio, cosa che ho già fatto sul mio blog; dichiarare la propria storia giudiziaria. Immacolata per quanto mi riguarda».

L’articolo è accompagnato da una foto con Ambrosoli e una didascalia divertente: “Micheli-Ambrosoli, separati alla nascita“. Giudicate voi.

micheli_ambrosoli

Il secondo articolo è di Fuori dal Comune: «Paolo Micheli di Segrate Nostra sarà al fianco di Ambrosoli: “Voglio mettere un argine di ferro al consumo di terreno agricolo”»

E riporta una mia dichiarazione: E’ chiarissimo Micheli sul suo impegno in Regione Lombardia: “Voglio andare in Regione per fare in modo che al consumo di terreno agricolo venga posto un argine ferreo e che l’edilizia venga indirizzata al miglior uso delle aree urbanizzate dismesse o meglio utilizzabili”.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Please enter your name, email and a comment.