Facciamo chiarezza

Nel Consiglio Comunale di lunedì 24 giugno è arrivato l’annuncio delle dimissioni degli altri quattro assessori del gruppo Indipendenti dopo quelle di Zanoli. Non siamo di fronte ad una semplice operazione di rimpasto ma ad una crisi evidente della maggioranza che perde pezzi anche in Consiglio Comunale, con il passaggio di Gasparini al gruppo misto.

Tutto questo mentre i lavori della Brebemi rendono la città sempre più invivibile e solo le nuove lottizzazioni sembrano viaggiare veloci.

Non basta l’attivismo del Sindaco nei lavori pubblici a dare un senso ad una amministrazione ormai completamente diversa da quella nata dalle elezioni del 2010. Alessandrini non si illuda di trovare nella minoranza un sostegno né tecnico né politico: è tempo di ridare la parola ai cittadini. E’ tempo di avere un consiglio comunale ed un sindaco che siano l’espressione della Segrate di oggi e delle sue aspirazioni.

E’ tempo che il fantasma della maggioranza di centro destra, quel che ne resta, se ne vada subito a casa. Facciamo subito un po’ di chiarezza nella nostra città.

2 Responses to Facciamo chiarezza
  1. Michele Giuliano Rispondi

    ….e se invece si prospettasse un “governo delle larghe intese”???????

  2. Ianos Rispondi

    Chissà perchè voi politici siete sempre pronti a chiedere le dimissioni degli altri ma quando siete coinvolti in prima persona le andate a prendere tutte per non dimettervi! Che strano eh!
    Battute a parte, capisco i calcoli elettorali (la tentazione di cavalcare l’onda della situazione nazionale fa molta gola) ma che importa l’appartenenza a questo o quello “pseudo” schieramento!! Tiratevi su le maniche e piantatela di blaterare a vuoto. Non voglio difendere l’attuale amministrazione ma la vita è fatta di compromessi e solo l’ottusità politica per fini squisitamente elettorali potrebbe voler precipitare una città a elezioni anticipate per questioni “idiote” in questo momento difficile per tutti. Una città va governata non conquistata…pensate a governare e non a conquistare il feudo (ahimè) berlusconiano.
    Meno utopia e più pragmatismo!! E’ inutile piangere per 4 pianitcelle del golfo agricolo quando poi un povero lavoratore quando rincasa deve girare almeno mezz’ora per trovare un misero buchino per la propria auto!!!!

Lascia un commento

Your email address will not be published. Please enter your name, email and a comment.