Il miracolo della nuova Cassanese

Rivoltana_e_cassaneseLa buona notizia c’è: i soldi sono arrivati. Il progetto fu inviato dalla Provincia a Roma nel maggio del 2012, il Cipe deliberò lo scorso agosto, il presidente Letta ha firmato in ottobre, la Corte dei Conti ha dato via libera e i soldi per finanziare il primo tratto della Nuova Cassanese finalmente ci sono.

I lavori dovrebbero iniziare al più presto, entro ottobre 2014, dice il sindaco, che in tweet prima parla di termine lavori ad ottobre 2015. Poi in una dichiarazione rilasciata a Segrate Oggi si lascia andare a previsioni molto più ottimistiche: fine dei lavori di tutta la Nuova Cassanese, compreso il tratto dal Centro Commerciale a Pioltello, addirittura entro l’inizio di Expo, cioè entro il 30 aprile 2015.

Ora, la viabilità speciale, cioè quella tra lo svincolo di Lambrate e la ex dogana, la stiamo aspettando da trent’anni; ancora oggi a passare da Redecesio verso la Cassanese c’è da preoccuparsi a scorgere paludi e laghetti dove dovrebbero passare la strada più trafficata di Segrate.

Vederla finalmente realizzata sarebbe già un avvenimento epocale, uno di quelli che i nonni racconteranno ai nipotini.

Ma pensare che anche il tratto dalla ex dogana a Pioltello venga progettato, messo a gara, assegnato, concluso, pagato e inaugurato entro 460 giorni è avere un grande fede, un grande ottimismo.

Il sindaco spera in un evento fuori da ogni comune logica; spera, ci vien da dire, di riuscire a fare un miracolo.

Il nostro sindaco? Un santo!

One Response to Il miracolo della nuova Cassanese

Lascia un commento

Your email address will not be published. Please enter your name, email and a comment.