Si limiti il Decreto Lupi al periodo dell’Expo

linateVerrà discussa domani in Consiglio Regionale la nostra mozione che invita la giunta Maroni a intervenire affinché l’effetto del Decreto Lupi, che incrementa i passeggeri e i voli in transito a Linate a discapito di Malpensa, sia limitato al solo periodo di Expo 2015.

Con il Decreto del primo ottobre il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Maurizio Lupi, ha di fatto introdotto un’ampia liberalizzazione del numero di voli in transito dall’aeroporto di Linate, in quanto ha lasciato come unico limite la capacità operativa dello scalo, indicata in 18 movimenti orari, abrogando tutti i limiti stabiliti in precedenza. Considerato che, nonostante le assicurazioni del ministro, già due compagnie aeree hanno annunciato lo spostamento di otto voli al giorno da Malpensa a Linate, valutato in circa 500mila passeggeri l’anno, e che il Decreto fa riferimento all’imminente inizio di Expo 2015 senza porre limiti all’intervento di deregulation, chiediamo che vengano posti dei vincoli temporali. Malpensa, nell’ultimo decennio, ha già perso oltre il 35% dei passeggeri in transito e necessita quindi di iniziative politiche governative che lo rilancino piuttosto di interventi normativi che lo danneggino.

Ci preoccupano agli effetti che il Decreto avrà sulla popolazione che da anni convive con rumore e smog prodotto dai velivoli in partenza dal Forlanini: Linate si trova all’interno di una zona densamente abitata e negli anni vi sono stati ripetuti interventi di ridistribuzione delle rotte in decollo, da collegarsi alle richieste pressanti degli abitanti di riduzione dell’inquinamento acustico e più in generale del numero dei sorvoli.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Please enter your name, email and a comment.