Squallore stazione

IMG_9520La stazione di Segrate (o “fermata”, come anche viene chiamata) è utilizzata da molti segratesi in quanto le linee S5 ed S6 assicurano dalle 7 di mattina a mezzanotte ogni 15 minuti il passaggio di un convoglio che in pochi minuti consente di raggiungere il centro di Milano.

Non mancano però le note dolenti: il parcheggio è insufficiente e nei giorni feriali si rischia di non trovare posto. I servizi sono inesistenti: niente biglietteria (i biglietti a Segrate si possono acquistare solo in Comune e in alcune rivendite a Segrate Centro e San Felice), niente gabinetti, nessuna possibilità di aspettare il treno al caldo. L’illuminazione non è un granché e alla sera l’ambiente è tutt’altro che rassicurante. Da anni (l’impianto è attivo da fine 2004) l’area della stazione è un cantiere incompiuto ed anche le banchine non sono un esempio di qualità.
Tutto questo nonostante che le linee programmatiche 2010-2015 del sindaco indichino al punto 3 “Segrate si muove sempre più veloce” come obiettivo di mandato “per una mobilità sempre più moderna e veloce” la riqualificazione della stazione ferroviaria perché diventi “il fulcro del sistema di trasporto cittadino”.

Di fronte all’attivismo dimostrato dall’Amministrazione comunale in altri campi, soprattutto in urbanistica, l’abbandono cui appare lasciata la nostra stazione è inaccettabile. Per questo Segrate Nostra solleverà la questione in Consiglio Comunale con un’interrogazione corredata da alcune foto significative. Contemporaneamente io presenterò in regione un’interrogazione anche al competente assessore lombardo in quanto il trasporto regionale, comprese le linee suburbane che si fermano a Segrate è gestito da Trenord, una compartecipata Regione Lombardia – Trenitalia.

L’auspicio è che questo intervento su due fronti riesca a produrre in breve tempo qualche buon risultato.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Please enter your name, email and a comment.