antimafia

I Comuni della Martesana abbiano una commissione speciale antimafia

agenderosseManifestazioni come “La ricerca della verità per la giustizia e la libertà“, promossa dal Movimento Agende Rosse a Segrate per sensibiizzare l’opinone pubblica, e in particolare i più giovani, sui temi della legalità sono sempre le benvenute, ma anche gli enti locali devono fare uno sforzo in più per mettere in atto azioni concrete di contrasto alla criminalità organizzata.

Ribadisco quanto ho già detto in passato quando sugli appalti di Expo e sulle grandi opere lombarde è venuto alla luce l’intreccio tra politica e criminalità organizzata: bisogna e si deve fare di più, per vigilare su appalti pubblici e sui cantieri che creano grandi appetiti alle ormai radicate mafie del nord.

Mi riferisco, guardando in casa mia, alla prossima realizzazione del mega centro commerciale nell’ex dogana di Segrate o alle opere in corso e in fase d’avvio in tutta la Martesana. Per questo chiedo che tutte le amministrazioni locali si dotino di una speciale commissione antimafia. Uno degli antidoti per combattere questo tipo di malagestione della cosa pubblica e chi va contro la legalità è la massima trasparenza negli atti.

Ognuno faccia la sua parte

La Commissione Speciale Antimafia di Regione Lombardia ha proposto la creazione di un Osservatorio contro le ecomafie.

L’obiettivo è di elaborare una mappatura geografica dei luoghi toccati dalla criminalità organizzata e sollecitare il Parlamento alla revisione degli strumenti di contrasto al fenomeno, con maggiore severità sanzionatoria.

Martedì 7 ottobre Umberto Ambrosoli parlerà di mafia, legalità e impegno alla presentazione del libro “Ognuno faccia la sua parte“. Ore 18, presso il Grattacielo Pirelli. Siamo tutti invitati.

Ognuno-faccia-la-sua-parte-

 

 Scroll to top