Australia

Westfield salirà al 75% del centro commerciale di Segrate

WestfieldMilan
Il mega centro commerciale di Segrate ora viene stimato 1.400.000.000 di euro. Contento Percassi, che venderà altre quote agli australiani e metterà da parte un po’ di soldi. Ma saranno contenti soprattutto gli uomini della giunta attuale, che potrebbero godere di finanziamenti illimitati per la prossima campagna elettorale, che si preannuncia sempre di più uno scontro tra Davide e Golia.

Ma noi ci impegneremo, perché, come ci ha ricordato recentemente Ermanno Olmi, …o noi cambiamo il corso impresso alla storia o sarà la storia a cambiare noi.

Westfield Milan: il silenzio dei canguri

westfieldSiamo a meno 100. Tra circa 100 giorni, il prossimo primo luglio, un martedì, il presidente Giorgio Napolitano sarà a Fara Olivana con Sola, piccolo centro della bassa bergamasca, ad inaugurare la BreBeMi. Dal giorno dopo il traffico della Brebemi inizierà a scorrere in direzione di Milano fino a Melzo e da qui si diffonderà in buon parte sulla Cassanese e sulla Rivoltana per raggiungere la tangenziale interna o Milano. Salvo fermarsi qui da noi, nei due imbuti di Segrate; mentre sulla Rivoltana i lavori, con qualche difficoltà, procedono, per la Cassanese siamo nella piena oscurità.

Ne parlano anche a Sidney; il quotidiano locale The Australian ha pubblicato sulla sua edizione online un articolo dal curioso titolo italo-australiano “Westfield Milan imbroglio“.

L’articolo (http://www.theaustralian.com.au/business/property/westfield-milan-imbroglio/story-fnko7zi0-1226852936762) riprende dal mio blog le preoccupazioni per i tempi dell’intervento della Westfield, il gigante della grande distribuzione commerciale che in società con l’italiana Stilo di Antonio Percassi ha in programma di far sorgere il Westfield Milan sulla ex dogana di Segrate prendendosi l’impegno di realizzare una buona parte della tangenzialina che libererebbe il traffico dalla Cassanese.

I giornalisti di Sidney hanno chiesto alla Westfield se vi fosse da parte loro un problema di liquidità. Ma i referenti delle Westfield su questo argomento sono rimasti tight-lipped, a labbra serrate. Più loquaci, anche se generici, invece sui tempi di realizzazione: “Il progetto di Milano sta seguendo gli usuali procedimenti di preautorizzazione“.

Tutto molto interessante.

Ma intanto: mancano 100 giorni alla Brebemi.

Nonno Luigi

Mio nonno Luigi, prigioniero degli inglesi dopo la battaglia sull’Amba Alagi nella Seconda guerra mondiale.

Ritrovato negli archivi australiani 70 anni dopo.

Australia, documento prigionia

Questa foto è del museo dell’immigrazione di Adelaide: lo sbarco dei prigionieri di guerra.

Museo immigrazione Adelaide, sbarco prigionieri guerra

Dagli archivi australiani sono emersi altri due documenti.

Scrive mio papà Piero: “Rispetto al primo documento, il secondo chiarisce che l’annotazione a metà pagina del primo documento “Disemb. Melb. ex Ruys” è la contrazione di “Disembarkation Melbourne ex Ruys”, cioè sbarcato a Melbourne dalla nave Ruys che veniva da Bombay. Scopriamo poi che al momento dello sbarco in Australia il nonno Luigi pesava 59 kg e non aveva con sè nulla, né soldi, né orologio o altri effetti personali.

Australia, documento prigionia_3

Australia, documento prigionia_4

Australia, documento prigionia_2

Una curiosità. Mio fratello Alberto ha trovato una foto della nave Ruys. Scoprendo che altro non era che l’Achille Lauro. La nave infatti cambia nome nel 1963.

Tuttavia l’Achille Lauro era stata varata nel luglio 1946 e aveva fatto il viaggio inaugurale nel dicembre ’47. Osserva Alberto: “Qualcosa non torna. Il documento sembra contraffatto, “Disembarkation Melbourne ex Ruys” è stata aggiunto dopo. Ma molto tempo dopo perché prima del dicembre 1948 la Ruys non era mai stata in Australia. Chissa perché. Pignoleria Australiana?

ruys

Per tutti gli interessati. Questo è il sito delle ricerche: http://www.naa.gov.au/

Si può scrivere il nome in “search the collection”.

Oppure partire da qui: http://recordsearch.naa.gov.au/SearchNRetrieve/Interface/SearchScreens/BasicSearch.aspx

Mettendo anche il periodo 1940 – 1947.

 Scroll to top