camion

Altri tir a Segrate, la maggioranza non giochi allo scaricabarile

camionLa Regione Lombardia non è coinvolta nel progetto di ampliamento del Centro intermodale ferroviario di Segrate. Posso dirlo con certezza, dopo aver sentito gli uffici competenti del Pirellone.

Dunque la notizia del possibile raddoppio delle movimentazioni giornaliere di camion per lo scambio gomma-ferro, da 400 a 800 a sud della frazione di Tregarezzo, sarebbe frutto di un accordo tra Rfi e Comune di Segrate.

Certo il problema esiste perché vorrebbe dire altro traffico sulle strade di Segrate e delle Martesana, già al collasso vista la mancata ultimazione dei lavori di potenziamento delle provinciali Rivoltana e Cassanese in vista dell’apertura a luglio della Brebemi. Ma il potere di bloccare questa possibilità è nelle mani del sindaco di Segrate Adriano Alessandrini e della sua maggioranza di centrodestra che oggi, invece, sta giocando allo scaricabarile delle responsabilità. E ordinanze anti-traffico, anche per limitare l’accesso al Centro intermodale, sono già state fatte anche in passato.

 Scroll to top