La Repubblica

Parco Sud, allarme cemento con i nuovi Pgt in 7 Comuni

Parco Sud, allarme cemento con i nuovi Pgt in 7 Comuni“, lo scrive Luca De Vita de La Repubblica in un bell’articolo che parte proprio da Segrate nell’analizzare la programmazione disastrosa del consumo di suolo nel milanese: “è il cemento che passa dalla porta principale, ovvero i regolamenti comunali che, in questi casi, forniscono licenze di edificazione per milioni di metri quadri di suolo agricolo“.

Il leitmotiv è sempre il medesimo: prima di dare la disponibilità per edificare su suolo libero le amministrazioni non valutano quanto ci sia in giro di dismesso, invenduto e sfitto.

C’è anche un mia dichiarazione: “Su questo Segrate vanta un record. Qui, il Comune – in funzione di una crescita pari a 15mila abitanti nei prossimi anni (ora sono meno di 35mila) – ha approvato un piano che prevede il consumo di 162 ettari di suolo, di cui 106 di spazi agricoli. «A questi – spiega Paolo Micheli, della lista civica di sinistra Segrate Nostra – si vanno ad aggiungere i 141 dei piani di intervento integrati approvati prima del Pgt. In pratica è stato reso edificabile tutto ciò che di verde era rimasto a Segrate»”.

Qui potete leggere il resto dell’articolo.

 Scroll to top