Lazzari

Egregio Sindaco

alessandriniIl sindaco di Segrate, Adriano Alessandrini, in una recente intervista ha detto di ritenere che io sia “una persona che voglia sfruttare la sua posizione al Pirellone per fare dispetti a Segrate“.

Mi spiace lo dica, perché da oltre un mese gli ho mandato una lettera (in copia anche al presidente del Consiglio Comunale di Segrate ed altri) con la quale gli confermavo di voler essere al servizio della città e della stessa sua amministrazione: “Egregio Sindaco,… L’ho detto e scritto nella mia campagna elettorale: sono in Regione anche per fare l’interesse di Segrate. Sia ben chiaro che sul PGT e sul Centro Commerciale ho una posizione molto lontana dalla sua, ma sull’emergenza viabilità sono assolutamente disponibile a fare quanto è nelle mie possibilità di consigliere regionale, ancorché di minoranza. Valga lo stesso anche per bandi regionali, fondi europei o qualsiasi altro argomento per il quale posso intervenire, nei limiti trasparenti del mio ruolo, presso gli uffici o gli assessorati regionali“.

Le stesse cose ho scritto anche al presidente della Commissione Consiliare Territorio, l’arch. Lazzari, che mi ha risposto prendendo atto di questa mia disponibilità.

Il sindaco invece non mi ha risposto. Un motivo lo vedo: gli argomenti più importanti che deve trattare con la Regione sono il Centro Commerciale e il PGT, cioè proprio quelli sui quali tra noi di Segrate Nostra e la sua maggioranza di centro destra c’è la massima contrapposizione.

Nel merito, la frase del Sindaco riguarda un mio intervento in Regione riguardo un aspetto della cessione, ormai avvenuta, della grande area edificabile ex IBM di fronte a S.Felice da parte del gruppo Percassi alla società statale Fintecna. Da quel che si è capito, in contropartita Fintecna ha ceduto definitivamente al gruppo Percassi il terreno della ex dogana dove gli australiani della Westfield dovrebbero costruire il più grande centro commerciale d’Europa (140.000 mq complessivi e un parcheggio di 14.400 posti auto).

Il 4 aprile scorso avevo segnalato al Sindaco che a mio giudizio, avvallato da un parere espresso da un ufficio della Regione, non rientra nelle competenze della Giunta Comunale ciò che ha fatto, cioè prorogare di alcuni anni la convenzione con il gruppo Percassi riguardo la suddetta area. Infatti la convenzione era stata firmata anche da Regione e Provincia e appare un eccesso di potere del Comune decidere da solo di prolungarne la durata. Nella mia segnalazione avevo suggerito di fare una verifica con gli uffici regionali prima di compiere ulteriori atti.

Il sindaco è andato avanti ignorando la mia raccomandazione e il 19 aprile la Giunta Comunale di Segrate ha nuovamente deliberato in merito.

Mi risulta che gli uffici regionali, con qualche lentezza a seguito delle recenti nuove nomine dirigenziali decise dalla giunta regionale Maroni, stiano ancora esaminando la questione.

 Scroll to top