omicidio stradale

Beatrice Papetti: introdurre subito il reato di omicidio stradale

Beatrice-PapettiLa notizia dei tre anni e 4 mesi di condanna per il pirata della strada che investì e uccise il 10 luglio 2013 Beatrice Papetti, sedicenne di Gorgonzola, non può lasciare indifferente la politica.

La giovane studentessa venne travolta mentre attraversava di notte la Padana Superiore e il suo omicida si consegnò alla giustizia solo una settimana più tardi, quando il cerchio delle indagini gli si stava stringendo attorno. Accusato di omicidio colposo e omissione di soccorso è stato ora condannato dal gup di Milano al termine di un processo con rito abbreviato.

Io sono d’accordo con Matteo Renzi, va assolutamente introdotto il reato di omicidio stradale. Lo dicono sentenze come quella odierna dove l’omicida di una ragazzina di soli 16 anni se la caverà con una pena sostanzialmente analoga a quella di un furto di serie B. Dov’è il rispetto per una giovane vita spezzata e per il dolore immenso che ha prodotto nella sua famiglia?

La pena per reati simili deve essere inasprita e l’ordinamento giuridico odierno non lo consente. Basta annunci: se c’è volontà si faccia subito, senza perdere tempo.

 Scroll to top