Scelta Civica

Comunali a Segrate, serrato giro di consultazioni

elezioni-comunaliProsegue senza sosta il giro di consultazioni per le prossime elezioni amministrative di Segrate. Nei giorni scorsi ho incontrato gli esponenti della lista “I like Segrate“, di Sel, del movimento “L’Altra Segrate con Tsipras” e i referenti cittadini di Scelta Civica.

Ieri sera è stata la volta del Partito Democratico. Durante l’incontro abbiamo affrontato i temi della campagna elettorale e i pilastri del programma a partire da trasparenza, partecipazione e tutela del territorio.

Il Pd e Segrate Nostra sono già a buon punto sulla realizzazione del programma elettorale. Ma ci sono altre indicazioni in arrivo dalla liste che ho incontrato in questi giorni e da quelle forze che faranno parte della coalizione. C’è da lavorare con una certa urgenza per arrivare alla sintesi finale che darà la mia visione sul futuro di Segrate. Una città più vicina alle esigenze dei segratesi che riparta dalla difesa del territorio devastato in vent’anni di centrodestra e da un’amministrazione trasparente.

Trasparenza che si traduce anche nella massima attenzione su possibili infiltrazioni mafiose sul territorio, con un occhio di riguardo alla prossima realizzazione del centro commerciale nell’ex dogana.

Sono sempre stato fortemente critico nei confronti di questo progetto, ma ora che è reale lo dobbiamo gestire al meglio. Si tratta di un’iniziativa che porterà a Segrate un investimento da oltre un miliardo di euro. Ricaduta economica che raddoppierà se partiranno i troppi cantieri delle folli operazioni immobiliari previste nel Pgt del sindaco Alessandrini. L’attenzione sullo sviluppo di queste grandi opere allora è fondamentale e deve essere massima per scongiurare i fatti già visti con gli appalti dell’Expo, evitando che insieme a imprese che operano nella legalità si infiltrino anche aziende non in ordine.

 Scroll to top