Viabilità speciale in tempo per l’Expo? Scordiamocela.

westfieldIl Westfield Milan, se verrà realizzato su 600.000 mq della ex-dogana, potrebbe essere il secondo, per grandezza, centro commerciale d’Europa: 130.000 mq di strutture di vendita con parcheggi per 14.200 posti macchina. La mega iniziativa immobiliare prevede la realizzazione della tangenzialina finale della Cassanese prevista per l’accesso al centro commerciale e anche, o soprattutto, per togliere dal centro abitato di Segrate il traffico di transito, prossimamente incrementato dal completamento della Brebemi.

Attualmente, diciamolo chiaro, tutto questo mega progetto è fermo e giorno dopo giorno aumentano le probabilità che sia destinato a fallire, per quanto sia collegato alla realizzazione dei raccordi di completamento della Brebemi a sua volta indicata dal DPCM 6.5.2013 come opera connessa all’Expo 2015. E’ appunto la scadenza dell’Expo il punto di crisi del progetto. Mancano 16 mesi all’inaugurazione e la tangenzialina della Cassanese che consentirà l’accesso al centro commerciale è ancora ferma.

E’ ferma soprattutto nel tratto dallo svincolo di Lambrate all’area ex dogana, che deve essere realizzato dalla Serravalle spa. Il progetto fu inviato dalla Provincia a Roma nel maggio del 2012, ma la delibera del Cipe che ha dato via libera al completamento del finanziamento risale all’agosto scorso, è stata firmata dal Presidente Letta solo il 14 ottobre ed è ancora sotto l’esame della Corte dei Conti, alla quale è stata rimandata l’8 novembre con una documentazione aggiuntiva richiesta dalla Corte stessa.

Una brutta storia italiana di lentezza burocratica.

Dicono che in Cina costruiscono in due anni una intera nuova città. Ma se non passiamo tutto in mano ai cinesi o speriamo in un miracolo italiano la tangenzialina ce la possiamo scordare, sicuramente per il completamento della Brebemi e da connesso allargamento della Cassanese da Melzo a Segrate.

Anche perché è fermo il tratto Serravalle, ma sono fermi o quasi gli altri due tratti, quello all’interno della ex dogana (a carico del centro commerciale) e soprattutto quello dalla ex dogana a Pioltello, il più complicato e costoso, finanziato in parte da Westfield e in parte da Ragione, Provincia e Comune.

Il problema è: come reagiranno gli australiani a questi ritardi? Cosa succederà se dovessero mollare?

Venti anni di amministrazione di centro destra ci lasciano questo in eredità: un territorio completamente urbanizzato, cantieri incompiuti, progetti immobiliari fallimentari e il traffico della Brebemi a due metri dalle nostre case.

E il conto da pagare.

One Response to Viabilità speciale in tempo per l’Expo? Scordiamocela.
  1. […] ho già raccontato tutto questo mega progetto procede molto lentamente. Per uscirne occorrono coragg... paolomicheli.it/il-cerba-facciamolo-a-segrate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Please enter your name, email and a comment.